Attraverso la tempesta

Il nuovo progetto di psicoeducazione ideato da CiaoLapo per i genitori colpiti da lutto perinatale

A Lecco e a Prato un nuovo progetto firmato CiaoLapo per il sostegno psicologico al lutto perinatale

Dopo dieci anni di lavoro e approfondimento nel campo dell'automutuoaiuto  e della psicologia perinatale l'associazione propone un percorso di sostegno psicologico che si ispira alle tecniche cognitivo-comportamentali e alla psicoeducazione. 

Il progetto pilota, ideato da Micaela Darsena insieme a Claudia Ravaldi, Letizia Giorgini e Cecilia Ginanni partirà a Lecco e a Prato. 

Read more...

Il lutto perinatale nell'infertilità

Il lutto perinatale è sempre un argomento emotivamente complesso; quando riguarda una coppia che ha alle spalle una storia di infertilità e relativi trattamenti, il lutto perinatale può diventare molto difficile da affrontare ed elaborare: lutti diversi vengono infatti a confluire nella biografia della coppia, rendendo molto gravoso il percorso di elaborazione e favorendo l'insorgenza di lutto complicato.

Read more...

Il lutto perinatale e i bambini

Di chi è il lutto perinatale? Chi soffre di più? È un lutto privato e quindi incondivisibile? I bambini si accorgono del dolore dei genitori? I genitori dovrebbero tenere i bambini al di fuori del lutto e dell’evento che ha colpito la loro famiglia o includerli nel percorso di elaborazione? Il lutto è una “roba da adulti”? Se ho perso un bambino, cosa dico ai fratelli che lo aspettavano da tanto? Come posso evitare che soffrano? Come posso farmi forza in modo che loro non si accorgano che sono morta dentro?

Read more...

L'amore difficile


Autobiografia di un amore

Questa è una parte della mia storia.

Ciò da cui tutto è cominciato.

Scritta in un soffio, chiusa in un cassetto e poi riletta, a distanza, dopo i mille giorni di dolore del lutto perinatale.

Succede qualcosa, mese dopo mese, anno dopo anno, nel percorso di lutto perinatale. Succede qualcosa che è trasformazione, conquista, e non solo sofferenza e dolore.

Ma è dal dolore che si parte. 

Un dolore che affonda le sue radici nell'attesa e nella gioia. Un dolore ladro di spensieratezza e di normalità.

Da lì sono partita, anche io, nel 2006. 

 

Read more...

Non si preoccupi, firmi qui.

"Io piangevo, disperata, avevo paura e non ci volevo credere che la mia bambina stava nascendo morta, e lei mi ha detto, deve firmare qui, non si preoccupi, ci pensiamo a tutto noi".

Mi occupo di lutto perinatale da quando è morto mio figlio Lapo, nel 2006. Quasi 11 anni fa.

Un tempo ragionevolmente lungo per analizzare l'argomento, in tutte le sue declinazioni, evidenziare le eventuali carenze e provare a promuovere un ragionevole e civile cambiamento.

Pensavo erroneamente che un genitore in lutto, in Italia, dovesse occuparsi soltanto del suo lutto, degli aspetti psicologici, di quelli medici eventualmente correlati all'evento. 

Mi sbagliavo.

 

Read more...

Progetto fotografico 2017

L'anno culturale di CiaoLapo si apre con un nuovo progetto artistico aperto alle madri di CiaoLapo, curato da una giovane fotografa che studia a Firenze.

Ho incontrato Emilia una fredda mattina di fine Ottobre. 

Le sue parole, il suo progetto, e soprattutto  la sua autenticità mi hanno subito colpito.

Read more...

Tra sogno e realtà - la nostra storia

Finalmente disponibile online e scaricabile in pdf il report che è insieme la storia di un dolore sconfinato e la storia di un sogno da realizzare.

 

Lapo è nato (morto) nel 2006. 

CiaoLapo è nata nel 2006, 4 settimane dopo.

Se potessimo levare ciò che ho scritto tra parentesi, Lapo oggi avrebbe dieci anni, e io chissà cosa sarei, come sarei. Chissà.

CiaoLapo ha dieci anni e io, noi, siamo quello che siamo, anche e soprattutto grazie alla nostra storia e alla storia di CiaoLapo.

Come è nata CiaoLapo? Perchè?

Read more...

Una su sei

In Italia abitano 60.656.000 persone, distribuite in 20 regioni e 7998 comuni.
Ogni anno nascono vivi circa 500.000 neonati, mentre altri 120.000 muoiono durante la gravidanza o entro un mese dalla nascita.
Questo significa che ogni 6 gravidanze iniziate, una si interrompe.
Read more...

Il cielo d'irlanda è più blu del nostro

In Irlanda, in Agosto, il ministro della salute lavora per i suoi cittadini.

Nonostante l'invasione di turisti ed il clima vacanziero, lo scorso 10 Agosto  è stato infatti pubblicato the "National Standards for Bereavement Care following Pregnancy Loss and Perinatal Death"

le nuove linee guida nazionali per il sostegno al lutto perinatale (sia antecedente che successivo alla nascita).

Queste linee guida saranno adottate da tutti e 19 i punti nascita irlandesi, i quali dovranno dotarsi di un team specializzato capace di fornire il giusto supporto  psicologico e relazionale alle

famiglie e agli operatori coinvolti.

Read more...

La conoscenza che protegge - BabyLoss 2016

D'istinto, vorremmo semplicemente che le cose brutte smettessero di accadere.

D'istinto, vorremmo almeno che non accadessero a noi, o ai nostri cari.

Perchè il contatto con il dolore ci spaventa.

Ci spaventa così tanto, che d'istinto vorremmo poterci sottrarre al difficile gioco del lutto, dell'attesa che si elabori, dell'incertezza profonda che ci coglie dopo un lutto e durante un'attesa dopo un lutto. 

Mi sono chiesta molte volte, dopo avere sentito, d'istinto, tutte queste cose, perchè tendiamo a complicare tutto: nascita, vita, morte, emozioni, pensieri, azioni.

Read more...

Coraggio!

Dopo un pomeriggio passato a correggere una tesi e ad analizzare i risultati di uno studio, arrivi all'analisi delle domande aperte. 

Passi in rassegna le testimonianze preziose dei genitori e i loro suggerimenti per migliorare l'assistenza.

Mentre scorri parola per parola, che ti sembra di essere lì, con quei genitori e i loro racconti pieni di anima e di intensità, l'occhio "precipita" su queste parole. 

Read more...

Lacrime di latte.

Cosa accade quando una donna perde un bambino in gravidanza o dopo la nascita? Cosa accade, al suo corpo? Che ne è del suo puerperio, del baby blues, del latte, delle lochiazioni, del suo sonno, del suo appetito, dei suoi ormoni, del suo adattamento a una realtà che è completamente diversa da ciò che sarebbe dovuta essere, ma rimane incastonata negli inesorabili ritmi del corpo dopo il parto?

Read more...

Accanto alle madri. A tutte le madri

L'importanza del sostegno al parto e al puerperio delle madri colpite da lutto perinatale nelle parole di una donna, medico e madre, che condivide con noi la sua recente esperienza di accompagnamento, ricordando l'importanza del qui ed ora, dell'assistenza personalizzata alla donna e alla coppia e di quanto sia importante offrire un tempo di riflessione e uno spazio protetto per consentire alle famiglie di iniziare a elaborare il loro devastante dolore.

Read more...

"Soffrivano meno"

Quando ho iniziato ad occuparmi di lutto perinatale nel 2006, molte persone, anche tra gli addetti ai lavori, hanno cercato di dissuadermi.

Il problema di cui intendevo occuparmi, secondo loro, non era infatti un VERO problema. Innanzitutto, perchè, a loro dire, troppo raro per costituire un problema. "Succede a pochissime persone, e quasi sempre per caso".

Read more...

Chiuso per lutto

Michele ha 40 anni, un bar e un bambino in arrivo.

Michele aspetta, e lavora.

Intorno a lui, come fosse una febbre, tutti aspettano. Chiedono quanto manca. Chiedono quando è prevista la nascita. Promettono di offrire da bere, ma solo se Matteo avrà gli occhi di Laura, sua madre, "che i tuoi sono color topo", dice sornione Alberto, compagno di scuola e di vita.

Read more...

Se puoi sognarlo, puoi farlo?

A volte il lutto è una matrioska: mentre credi di doverne elaborare uno ne spunta dentro uno più piccolo, più subdolo, meno appariscente.

Un lutto matrioska molto frequente si verifica quando prima della perdita di un bambino è arrivata la diagnosi di perdita della fertilità.

Quando sapere dell'infertilità ha messo in crisi la coppia, e la propria aspettativa di genitorialità.

Ci sono molti tabù intorno alle storie di queste coppie. Storie che sembrano tutte uguali, perchè etichettate come "storie di infertilità", storie che il mondo non vuole ascoltare (al pari delle storie di lutto perinatale, figuriamoci quando capitano insieme...).

Read more...

Studio HaBIT. Storie di allattamento

CiaoLapo promuove l'indagine HaBIT, lanciata alcuni anni fa dall'Università di Firenze, ed ora entrata nella sua fase conclusiva.HaBIT indaga le abitudini alimentari e l'uso di integratori durante l'allattamento, raccogliendo le storie delle donne e in parallelo le conoscenze e le abitudini degli operatori e dei professionisti sanitari sull'allattamento. Perchè CiaoLapo sostiene HaBIT? Ci occupiamo di salute perinatale e quindi anche di allattamento da quando ci siamo costituiti. Una delle prime cose che ho scoperto dopo la morte di Lapo riguarda proprio il latte. Ho scoperto che non basta perdere un figlio a termine per evitare la montata lattea, e per mandare via il latte. Il latte continua a scorrere e a scorrere spesso a dispetto degli inibitori dell'allattamento, per giorni, a volte per settimane, dopo la morte di tuo figlio. Molte madri, quando perdono il loro bambino, più spesso dalla seconda metà della gravidanza in poi, producono comunque latte, e in questa delicata e dolorosa situazione devono essere trattate con sensibilità e competenza.

Read more...

22 Aprile Giornata Nazionale Salute della Donna con CiaoLapo Onlus

Il 22 Aprile 2016 è la Prima Giornata Nazionale della Salute della Donna.

A Roma, presso l'Aranciera di San Sisto  si terranno dieci tavoli tematici, e ciascuno affronterà un aspetto della salute femminile.

Ci sarà anche il tavolo Sessualità, Fertilità e Salute Materna, cui CiaoLapo desidera fare pervenire alcune richieste, importanti per la salute delle donne, delle madri e delle loro famiglie.  

Read more...

A Maggio si fa formazione

Continua il calendario di formazione curato dai professionisti di CiaoLapo sui temi promossi dall'associazione, che come sapete si occupa di medicina, psicologia, promozione della salute e del benessere della famiglia, sia durante il lutto che nei nuovi progetti di vita dopo una perdita.

Read more...

Salvare vite, elaborando il lutto?

A volte qualcuno mi ha chiesto perchè il 5x1000 a CiaoLapo.
Nel nostro paese, così poco avvezzo alla conoscenza della psiche e dei suoi meccanismi può capitare che una persona non sappia a cosa serve sostenere un'associazione che si occupa di persone in lutto.
A cosa serve sostenere i genitori quando ormai tutto è già accaduto? Come si può essere d'aiuto? E soprattutto, davvero si può fare qualcosa di utile per loro? Davvero non basta farne un altro, fare una vacanza, metterci una pietra sopra, aspettare che passi da sé?
Read more...
Subscribe to this RSS feed

CiaoLapo Onlus

Social media