La cultura del silenzio #breakthesilence

Articolo di Claudia Ravaldi sull'Huffington Post del 19.05.2014

Perché in Italia non vedremo Return to Zero (e in molti altri paesi invece sì)

"Chi tace acconsente - No, chi tace sta zitto"
Novello Novelli, Francesco Nuti
Madonna che silenzio c'è stasera
Prato, 1982

#Breakthesilence è l'hashtag che accompagna la promozione mondiale del film Return to Zero, diretto da Sean Hanish.

Read more...

L'amore verticale

“Lamoreverticale è la storia di una perdita.

Un dolore difficile da accettare, ancor più perché non viene riconosciuto dagli altri, dalla società, e perché la vita deve andare avanti, senza "troppo rumore".

È la storia di Jessica e di tutte le donne che come lei hanno vissuto il lutto perinatale. Un universo sconosciuto, intimo, a tratti inenarrabile. Eppure questo universo che abbiamo provato a raccontare è vissuto nel mondo da milioni di persone.

Questo è un docufilm sulla maternità: uno stato esistenziale tanto comune quanto straordinario. E’ un docufilm su una maternità particolare: quella di Jessica. Una madre ‘normale’, con due bimbi piccoli, fino a che non viene colpita dal lutto per la morte perinatale del suo terzo figlio.

Senza un intento sociologico, giornalistico o statistico, senza nessuna tesi precostituita ma con l’esclusivo strumento delle immagini e del racconto audiovisivo guidato dalla storia, la nostra madre ci parla con la sua semplice esistenza. Partecipare alla sua storia significa entrare in un universo poco conosciuto, scomodo, spiacevole, ma anche sorprendente. Soprattutto importante.”

 

Read more...

'Return to Zero' - Il film

Ricostruire le proprie vite a partire da zero.

Return to Zero è il primo lungometraggio americano ad affrontare la vita di una coppia colpita dalla morte in utero del primogenito. E’ il viaggio accidentato di due persone e della loro comunità verso l’elaborazione del lutto.

L’obiettivo del film è molto ambizioso: cambiare finalmente il modo in cui comunemente le persone vedono la morte in utero e i suoi effetti sui genitori, le relazioni, le famiglie e l'intera comunità, contribuendo a creare quella cultura di consapevolezza di cui milioni di genitori nel mondo sentono la necessità.

Read more...

La Baia del Re

Lasciando la Baia del Re

Un documentario di Claudia Cipriani

"Dalia oggi avrebbe 8 anni. Non posso dirvi esattamente quale avrebbe potuto essere la data del suo compleanno anche se la data del parto era prevista per il 18 marzo. L’unica data che si può scrivere con certezza è la data della sua morte, il 31 marzo, dopo un travaglio di parto durato più di 16 ore e le contrazioni che erano già iniziate il giorno prima.

L’unica cosa che le ho potuto regalare in tutti questi anni è stato il documentario “Lasciando la Baia del Re”, a lei dedicato. Attraverso questo film ho potuto tentare di riconciliarmi col dolore di vedermela portare via. Il film mi ha permesso anche, per la prima volta, di sentirmi compiutamente madre di Dalia e di poter riaffermare la sua esistenza. Per farlo Dalia mi ha portato nel posto più bianco e luminoso del mondo. Senza di lei non sarei mai arrivata vicino al Polo Nord e quello rimarrà per sempre il nostro viaggio."

Read more...
Subscribe to this RSS feed