Destina anche tu il 5x1000 a CiaoLapo Onlus
Destina anche tu il 5x1000 a CiaoLapo Onlus

Con il tuo 5X1000 puoi aiutare CiaoLapo ad aiutare le 150.000 coppie che ogni anno si confrontano con una perdita peri-natale. Donare il 5X1000 è semplice, non comporta alcun costo aggiuntivo per il contribuente e può fare la differenza per molte persone! È sufficiente inserire lì il Codice Fis...

Fiori nel Deserto Cosenza - Servizio TG
Fiori nel Deserto Cosenza - Servizio TG

Intervento di Claudia Ravaldi al telegiornale di Tele Europa Network Calabria, in occasione del convegno 'Fiori nel Deserto' organizzato a Rende (Cosenza) il 1 Ottobre 2016 dalla Associazione Mammachemamme e da CiaoLapo Onlus.

Prevenire le morti in utero evitabili - The Lancet Series 2016
Prevenire le morti in utero evitabili - The Lancet Series 2016

Presentazione della serie 'Ending Preventable Stillbirths' di The Lancet e conferenza stampa presso la Azienda Ospedaliero Universitaria Careggi di Firenze. Claudia Ravaldi e Alfredo Vannacci, CiaoLapo Onlus

Mettiamoci la Faccia 2015
Mettiamoci la Faccia 2015

Raccontare attesa, dolore e speranza. Una sfida culturale e psicosociale che ci siamo posti fin dal 2006. Questo video è frutto di un lavoro condiviso da quasi 200 famiglie italiane colpite da lutto perinatale, che hanno deciso di metterci la faccia. Di raccontare a se stessi e agli altri una parte...

#babyloss2015 - Basilicata
#babyloss2015 - Basilicata

Servizio di approfondimento su TRM h24 network, in Basilicata sul babyloss awareness 2015. Con Laura Colombo, volontaria di CiaoLapo Onlus.

#insiemepossiamomolto - Il video dei volontari di CiaoLapo per il #Babyloss2015
#insiemepossiamomolto - Il video dei volontari di CiaoLapo per il #Babyloss2015

I volontari di CiaoLapo Onlus vi invitano al loro babyloss awareness day 2015. Vi aspettiamo! #insiemepossiamomolto

Le emozioni ed i pensieri della perdita

  • Posts 6
  • Ringraziamenti ricevuti 5

francyfreccia ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Due settimane fa avevo una bella pancia...30 settimane meravigliose! Oggi mi sento sola, di una solitudine profonda e disarmante. Non c'è più Paolo. Non risponde più ai miei richiami, alle canzoni che gli cantavo, alla voce del suo papà.
La notte mi ritrovo a dormire stretta stretta a Marco con una paura che mi attanaglia e il respiro che manca.
A volte mi sembra di sentirlo ancora, un calcetto e via. Ma subito arriva la botta e me lo vedo in Tin pieno di tubi e con il sottofondo del respiratore e del suo cuoricino che non vuole mollare.
Stanotte parlando con mio marito ci siamo chiesti se, ovunque lui sia, sente il nostro amore, se sente che lo pensiamo...
Sono passate solo 12 giorni dall'ultima volta che l'ho visto...e al dolore si somma il dispiacere di avere solo una sua fotografia. se non la guardo tutti i giorni, arrivo anche a dimenticarmi i tratti del suo bel faccino. E mi dico che sono una cattiva mamma, come posso dimenticarmi dei suoi lineamenti? ho paura di dimenticarmi di lui. In certi momenti non penso a lui e mi sento di colpa, in altri la sua assenza è così presente e arriva a togliermi il fiato.
A tutto ciò poi si sommano i commenti di chi ti dice "ma siete giovani e avete una vita davanti", "non sarà il vostro unico figlio, avrete altre possibilità", oppure "la natura funziona anche così".

oggi per la prima volta dopo la morte di Paolo ho riascoltato la colonna sonora della nostra gravidanza, quanta tristezza ma quanto amore...
#148428
Ringraziano per il messaggio: mara1975, MF

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 61
  • Ringraziamenti ricevuti 57

adelenelcuore ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Ciao FRANCYFRECCIA, NON SAI QUANTE VOLTE IN QUESTO MESE HO SENTITO ANCHE IO LA FRASE: "SIETE GIOVANI, AVETE UNA VITA DAVANTI"....PREFERIREI CHE LA GENTE A VOLTE SI ASTENESSE DAI COMMENTI....ANCHE SE NELLO STESSO TEMPO MI DICO: FORSE DAVANTI A SITUAZIONI DEL GENERE CHI TI STA INTORNO NON SA NEMMENO COSA DIRE...
UN BACIO A TE E AL PICCOLO PAOLO!
#148429
Ringraziano per il messaggio: mara1975, francyfreccia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 82
  • Ringraziamenti ricevuti 85

Marilisam ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Cara Francy,

mi dispiace moltissimo per il tuo piccolo Paolo...la tua perdita è troppo recente per poter trovare un equilibrio che ti possa far stare meglio.
La sensazione di sentire Paolo ancora dentro di te l'ho avuta anch'io con Matteo...è tanto bellissima quanto terribile allo stesso tempo perché ti riporta alla consapevolezza di quanto è accaduto. Sono felice di leggere che condividi i tuoi dubbi/ansie con il tuo compagno/marito, non è da tutti riuscire a confrontarsi quanto si attraversano certe tragedie. Personalmente, esternare tutto ciò che provavo, confrontarmi con mio marito mi è servito moltissimo e ha fatto si che il nostro legame sia diventato ancora più unico e speciale! L'amore che scaturisce per i nostri piccoli angeli è immenso e speciale, ogni giorno di più e nessuno potrà mai capire veramente come ci si sente ad avere un figlio in cielo se non chi ha passato la nostra stessa esperienza. Non ti curar delle persone che credendo di portarti un raggio di speranza, non fanno altro che peggiorare la situazione. Inizialmente mi arrabbiavo moltissimo, ma con il tempo ho imparato ad accettare anche questo.

Ti abbraccio forte forte Francy e mando un bacio al tuo Piccolo Paolo.
Marilisa mamma di Cuoricino e Matteo
#148432
Ringraziano per il messaggio: mara1975, francyfreccia

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 73
  • Ringraziamenti ricevuti 101

nanna ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Purtroppo con il passare dei mesi sto capendo che chi capisce veramente come stiamo siamo solo noi stesse.
Chi ci sta intorno si limita a chiederti come stai e sono anche pochi quelli che lo fanno. Quando tu ti fai forza e cerchi di farti vedere sorridente e serena, la gente si "scorda" di quello che è successo e non ti chiede più niente. Ho sempre pensato che da certe situazioni se ne "esce" da soli. Sappiamo noi come stiamo, sappiamo noi quante paure abbiamo, quante ansie e timori abbiamo e tante volte neanche un marito o un compagno riesce a capire fino in fondo il nostro stato d'animo e aiutarci di conseguenza.
Purtroppo esistono tante frasi di circostanza che da un lato sono quelle frasi che diremmo tutti, chissà...ma dall'altro sono quelle frasi che più fanno male perché sembra che un bimbo di 37, 38, 40 settimane sia un bimbo "diverso" poiché non ha vissuto nel mondo esterno quando in realtà ha vissuto eccome.
Ho capito una cosa: parlare della morte è scomodo e molti non ne parlano perché fa paura quando invece a noi aiuterebbe molto.
Lo testimonia il fatto di come ti liquidano in ospedale, come del fatto che nessun psicologo si sia affacciato al mio letto per parlarmi di quello che era e stava accadendo (almeno nel mio caso), di come in ospedale si organizzino incontri per la depressione post partum ma solo se hai un bimbo a cui dare le tue attenzione mentre noi? che invece di uscire dall'ospedale con una carrozzina siamo uscite con una bara?
scusate lo sfogo ma comincio ad essere molto :angry:
#148476
Ringraziano per il messaggio: DANI2, ElisaFabio, mara1975, adelenelcuore, francyfreccia, MF

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 9
  • Ringraziamenti ricevuti 7

giochi ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

La perdita del mio bambino mi ha lasciato un vuoto!
Non è come qualcuno mi dice ..una ferita.. no quella col tempo e cura puo' richiudersi e puo' far male solo di tanto in tanto!
Nel mio cuore manca un pezzo ben definito e delineato che niente puo' esserci messo al suo posto, niente!
Nella mia famiglia c'è un vuoto , ne siamo in 4 ma la sento incompleta e posso anche fare altri figli ma restera' tale .
Nella mia casa c'è un vuoto, avevo rimediato ad un altra cameretta..ora posso metterci altro ma era per lui e posso riempirla di cose ma restera' un vuoto perché non ci sono le sue cose.
#149206

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 57
  • Ringraziamenti ricevuti 42

elisagio ha risposto alla discussione Re:Le emozioni ed i pensieri della perdita

una delle sensazioni che mi ha accompagnato per alcuni mesi è stata la paura. paura che accadesse qualcosa di terribile a mia figlia o a mio marito. poverini. li ho soffocati. tartassati per cinque minuti di ritardo. La paura mi impediva di riprendere un pò ' la quotidianità. Era una sensazione quasi fisica. mi mancava il respiro. Era come se ogni sciagura dovesse capitare alla mia famiglia. Dal "certe cose capitano solo agli altri" ero passata a " capiterà certamente a me ". Due pensieri ugualmente assurdi
#149257

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 141
  • Ringraziamenti ricevuti 225

Frascarelli Tania ha risposto alla discussione Re:Le emozioni ed i pensieri della perdita

Che comportamenti incredibili che ha la mente umana?! Ricordo la notizia come un pugno in faccia, di quelli che ti fanno perdere conoscenza...ho avuto la sensazione come di morire. Tante mamme raccontano di essersi accorte che qualcosa non andava, io nulla...avevo visto che qualcosa stava cambiando da qualche giorno, ma pensavo che fosse il parto che si avvicinava...poi qualche perdita di sangue...e la corsa in ospedale pensando che forse quella notte lo avrebbero fatto nascere in qualche modo. Mai nella mente mi aveva sfiorato la possibilità che il suo cuoricino avesse smesso così...senza un motivo, senza un sintomo...TOTALE TRANQUILLITÀ..che nascondeva il più terribile verdetto.
Poi la notte che trascorre come se fossi in un incubo da sveglia...il silenzio del reparto...io che deliravo nonostante il valium...io che chiedo a mio marito di andarcene via...di non stare più li...di emigrare dove non ci conosce nessuno. Non sentivo dolore, solo l'idea di ciò che era accaduto mi rendeva pazza, sentivo che la follia si stava impossessando di me, volevo spegnere il cervello!
Poi il parto, gli ormoni che forse circolano nel mio corpo, e lo stato d'animo cambia, avevo visto lui, il mio ometto, l'avevo conosciuto, sapevo che faccia aveva...i suoi occhi erano chiusi, ma a me bastava.
Ora sono cinque settimane che sono a casa...vorrei che il mondo fuori non esistesse, tutto ciò che vuole esprimere vita mi infastidisce, provo ad uscire per ritrovarmi a desiderare di rinchiudermi di nuovo in casa...
Nessuno e niente ha più lo stesso sapore, mi trovo a pensare che questo sarà per sempre, che è giusto soffrire per sempre perché non c'è più lui, non ce l'ho tra le braccia, e capisco che la sua mancanza non smetterà mai.
Non sono più in preda alla disperazione ma la tristezza sta diventando una dolce compagna di vita. Non penso che gli altri intorno abbiano idea di cosa voglio dire, quando tento di spiegare come sto, nemmeno mio marito. E mi ritrovo a desiderare di essere al posto loro...ma poi mi pento perché penso al mio bimbo e che io sono l'unica che lo sentiva davvero., l'unica fortunata ad averlo davvero vissuto.
Grazie mamme. Un abbraccio. Tania

Ascanio, figlio mio, ti tengo per sempre stretto al cuore
#150344
Ringraziano per il messaggio: Chiara_Claudio, Kevin, smaiorano, MF

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 101
  • Ringraziamenti ricevuti 56

LaStefi ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Sono passate tre settimane e il dopo e’ come stare dentro un incubo, ma sapere che non ti risveglierai mai più con la tua pancina di 20 settimane e la felicità che riempie ogni tuo respiro.
Il dopo e’ una vita parallela, il cui confronto tra quello che avrebbe dovuto essere e quello che invece è ti trapana il cervello e il cuore.
Il dopo e’ pensare che la tua vita è finita, anche se hai un marito e un figlio piccolo che hanno bisogno di te.
Il dopo e’ stare male perché stai facendo male a loro.
Il dopo e’ non riuscire più a gioire del figlio che hai sulla terra.
Il dopo e’ voler spaccare tutto perché non è giusto e non doveva succedere, soprattutto perché sei vecchia e difficilmente avrai un’altra gravidanza.
Il dopo e’ non volerci rinunciare al pensiero di un altro figlio.
Il dopo e’ voler fare del male a quelli che ti dicono ‘non pensarci più, pensa a tuo marito e tuo figlio, così fai del male anche a loro’.
Il dopo e’ urlare in faccia a questa gente che, per il figlio che hai in terra, ne hai due che sono morte e che esistevano anche se loro fingono che non sia così perché tu le hai partorite!!!!
Il dopo è capire che questa gente comunque non capisce niente.
Il dopo e’ detestarli perché vogliono far finta che non sia successo niente e aspettano che io torni quella che ero. E lo faccia pure in fretta!
Il dopo e’ renderti conto che sei sola.
Il dopo e’ divorare il forum di ciao lapo e non riuscire a staccarti perché solo qui c’e chi l’ha vissuto e allora forse non sei tu la pazza esagerata.
Il dopo e’ odiare quelli a cui va sempre bene tutto perché le gioie e le disgrazie dovrebbero essere più democratiche.
Il dopo e’ andare in terapia e pensare che tanto loro non tornano più qualunque cosa tu faccia.
Il dopo e’ sentirsi disperata, senza via di uscita, ma anche costretta ad andare avanti dal figlio che hai in terra. E viverlo come una fatica, anziché come una ricchezza.
Il dopo e’ leggere nelle vostre storie come dovrebbe trasformarsi questo dolore, ma pensare che a me non succederà mai.
Il dopo e’ pensare che era meglio se questa gravidanza non fosse mai iniziata, così non ci sarebbe tutto questo dolore. Ma ci può essere così tanto dolore? Un coltello puntato in mezzo al cuore e nella testa che non ti molla MAI!!!
#157542
Ringraziano per il messaggio: Sara80, Saphhira, pasticcino.pasticcino, MF, Reby 5/5/18, LaMia Bambolina

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

  • Posts 2
  • Ringraziamenti ricevuti 4

LaMia Bambolina ha risposto alla discussione Le emozioni ed i pensieri della perdita

Non sono ancora passate 48 ore da quando è nata la mia piccola Giulia. Sono ancora nel mio letto di ospedale. A volte mi accarezzo la pancia, mi sembra di sentirti ancora dentro di me, ti muovevo così tanto. Il dopo è un'incognita per me. Ho vissuto 2 gg fissando il vuoto, cercando per ore una risposta. A volte piango, mi tiro i capelli, a volte fisso il vuoto dalla finestra. A volte mi trascino fino in bagno. Mi guardo allo specchio e mi odio. Odio il mio seno gonfio, i miei fianchi larghi, la pancia che non ti ha protetta. A volte mi sembra di vederti. Qui in piedi di fianco al mio letto. Ti immagino bionda, già grande con un bel vestitino estivo addosso, perché oggi fa caldo. Invece poi ti rivedo piccola, troppo piccola in quell' asciugamanino azzurro. Il volto sereno. Gli occhi chiusi per sempre. Ti bacio e ti tengo in braccio 1000 volte al giorno, ti bacio e ti ribacio. Le tue manine così piccole, una stretta vicino al cuore e l altra aperta. Forse ti sei accorta che qualcosa non andava. Eppure venerdì scorso al controllo morfologico eri perfetta in tutto. E tutto è precipitato in meno di 30 ore. Mi faccio mille domande. Non trovo risposte. I sensi di colpa mi tolgono il fiato a volte, ma si alternano a momenti di rabbia. Perché proprio a noi?? Vorrei uscire da qui. Tutto mi ricorda te. Ma ho paura del fuori. Questa stanza mi protegge. Non ho voluto vedere nessuno. Solo mio marito. Faccio fatica a parlare al telefono anche con mia madre eppure anche loro soffrono. Eppure non ce la faccio. Vorrei qui solo mio marito e la mia bimba. Anche se morta. La vorrei ancora baciare e tenere qui. Giulia ha riempito la mia testa, tutta la mia essenza. Ho un altro bimbo a casa che mi aspetta. Ma non lo sto pensando. Penso a Giulia. Quando lo sento al telefono non gioisco più come prima. Lui c'è ha 4 anni e mezzo. Ha bisogno di me. Era geloso di te. Lui è venuto grande. Tu invece non lo sarai mai. Perderti è stato come morire. Una parte di me è morta e rimane qui con te. Spero di tornare a essere serena. Di poter sorridere di nuovo alla mia famiglia. Pur avendo te per sempre nel cuore.
#158296
Ringraziano per il messaggio: Kevin, Sara80, Reby 5/5/18, ROBERTA*

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.192 secondi