L'Associazione

L'Associazione (18)

Leggi i documenti relativi alla Associazione CiaoLapo Onlus

Leggi i regolamenti di gestione del sito www.ciaolapo.it

Oggi ricordiamo

CiaoLapo ha 165 mesi.
In 165 mesi di attività siamo entrati in contatto con migliaia di genitori provenienti da tutte le regioni italiane.
Il quadro che le famiglie negli anni hanno dipinto con le loro storie, le  lettere, i  racconti non è tanto diverso dagli allarmanti quadri sulla situazione sanitaria che periodicamente vengono pubblicati da autorevoli agenzie pubbliche.
CI sono dei problemi, più frequenti in certe regioni che in altre.
CI sono delle difficoltà a relazionarsi con gli operatori sanitari, più in certe regioni che in altre.
Ci sono difficoltà persino ad ottenere le informazioni previste dalla legge (sepolture, approfondimenti diagnostici).
AL NETTO DELLE ECCEZIONI, che in quanto esseri umani e quindi fallibili per natura, possono sempre capitare anche nei centri di eccellenza, le regioni dove negli anni i feedback dei genitori sono sensibilmente migliorati sono: Piemonte, Lombardia, Veneto, Emilia Romagna, Toscana. In altre regioni ci sono isole felici che alzano la media: Liguria, Friuli Venezia Giulia, Marche.
Dalle altre regioni, continuano ad arrivare  genitori lasciati a se stessi: genitori ricchi, genitori poveri, genitori madrelingua italiana, genitori migranti, genitori in lutto.  Soli. 
In queste regioni, famiglie e madri attiviste, operatrici singole di buona volontà, storici volontari di CiaoLapo e professionisti hanno letteralmente "fatto il solco" davanti alla porta di direttori, capi e affini. Portando doni: tempo, libri, pubblicazioni scientifiche. Portando sapere. Portando richieste precise. "Le faremo sapere". Ci dicono.
Non avete voglia. Diciamo noi.

Per cambiare bisogna essere convinti.
Più è alto il numero di genitori in lutto che chiede l
 January 24, 2020
"Ma voi vi occupate solo dei bambini appena nati e quasi-nati?"
Questa domanda nei primi anni di vita di CiaoLapo mi veniva fatta regolarmente, almeno una volta al giorno, da genitori e parenti in lutto alla ricerca di uno spazio adatto al loro dolore.
Spesso mi veniva posta anche da alcuni operatori: c
 January 22, 2020
Gli operatori sanitari che lavorano nei punti nascita e nelle TIN si confrontano quotidianamente con storie come le nostre. 
Lavorare a fianco di genitori con storie complesse, lutti pregressi e patologie ad alto rischio in atto è un carico emotivo importante.
Nessuno ci insegna a gestire il carico emotivo. Anzi, qualche vecchio e giovane "esperto", critica chi di noi avverte il carico emotivo, accusandoci di essere "troppo sensibili" e di doverci ancora "fare la scorza".
Studiando meglio, è ormai risaputo che farsi la scorza è un modo grezzo per descrivere il burnout, ossia per raccontare come si arriva a essere schiacciati dal carico emotivo. Talmente schiacciati da non volerne più sapere nulla di nessuno e del dolore di nessuno.
Non c
 January 20, 2020

Nella sezione del forum "Un giorno speciale" puoi scrivere il giorno in cui è nato il tuo bambino, in modo che per tutti noi sia semplice poter ricordare e onorare la sua memoria. I nomi dei bambini saranno pubblicati sul sito e sui social network di CiaoLapo il giorno dell'anniversario.

Read more...
Subscribe to this RSS feed