Benvenuto, Ospite
Nome utente: Password:

ARGOMENTO: Nessuna tomba su cui piangere?

Una tomba su cui piangere.... 10/01/2016 19:41 #153736

  • omblau
  • Avatar di omblau
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 65
  • Ringraziamenti ricevuti 69
Vorrei raccontarvi cosa è successo a me. Entro in ospedale (Gemelli...cattolicissimo Ospedale) con una intensa emorragia il giovedì mattina alle 4 alla 14+5. Tralascio i particolari del p.s., mi portano in sala parto e mi fanno ecografia e nel frattempo mi preparano x raschiamento. Dall'ecografia non riescono a vedere la camera (ho un fibroma anteriore intramurale di 8 cm e l'utero pieno di sangue). Desumono che io abbia espulso la camera...nonostante insista che sono sicura di non averlo fatto (sono al 5' aborto). Mi fanno il metergin e mi dimettono il pomeriggio con diagnosi di aborto completo e 5 giorni di convalescenza (come se con 5 giorni dolore, shock, lutto possano passare). Io insisto che mi facciano altra ecografia perché non ho espulso niente, sento l'utero ancora "pieno". Ma loro non la fanno e mi dimettono lo stesso. Ho dolori forti e contrazioni tanto che il mio medico di famiglia mi prescrive Aulin e mi dice che se in 24/48 non si blocca del tutto l'emorragia di ripresentarmi in ospedale. Va avanti così tutto il venerdì e il sabato, fino al pomeriggio, quando mio marito mi convince ad accompagnarlo alla toeletta per cani a far tosare il nostro cane, almeno non mi lascia sola e mi distraggo.... Mentre sono lì, camminando e stando in piedi sento scendere qualcosa tra le gambe...chiedo di andare in bagno....e mi ritrovo la camera gestazionale tra le mani. Integra, perfetta. La avvolgo in un fazzoletto di carta e con mio marito torniamo al p.s. Ostetrico del Gemelli. Ho dovut litigare x entrare, erano le 9 di sera e giocava la Juve, le porte erano chiuse e il portantino siccome camminavo sulle mie gambe pensava che non avessi bisogno del p.s. Faccio presente l'accaduto e racconto i fatti...altra ecografia, altra diagnosi di aborto completo. L'ostetrica mi dice che quella non era la camera gestazionale, secondo lei... (Una palla grossa come un mandarino con vascolarizzazione evidente cosa doveva essere...secondo lei?)....come facevano ad ammettere che la diagnosi di ostetricia del giovedì era sbagliata?
Io insisto e mi dicono se voglio fare l'esame istologico del materiale abortivo. Ovviamente dico di sì. Mi fanno attendere. Mi si ripresenta l'ostetrica con un barattolo di plastica pieno di formalina, mette lì dentro mio figlio, con tutta la camera e me lo consegna. Il p.s. Non può inviare materiale non "abortito" in ospedale al laboratorio di istologia. Mi dicono di tenere il barattolo fino a lunedì, tornare, pagare il ticket per fare l'esame e portarlo io stessa ai laboratori.
Così mi tengo mio figlio, dentro la formalina, come un topo da laboratorio per tutta la domenica e il lunedì torno in ospedale.
Faccio quello che mi è stato detto....avrei voluto sapere il sesso di mio figlio, ma nessuno mi ha detto che avrei dovuto richiedere anche il cariotipo oltre che l'istologico.
Oltre che lo shock di aver abortito nel bagno di una toeletta per cani, di aver riportato mio figlio a casa nella formalina come una cavia...non ho mai saputo se fosse maschio o se fosse femmina, non ho potuto dargli un nome né seppellirlo.
L'unica consolazione è stato sapere che si, quella era la camera e quel materiale era materiale embrionale. Era mio figlio.

Nessuna umanità, nessuna empatia, nessun rispetto.... Un ospedale dove si gioisce per le nascite, forse dove l'importante è il numero dei nati vivi...ma dove i nati morti è come se non fossero mai esistiti.
Ringraziano per il messaggio: Kevin, FraLeo, Stella Camy, andymara

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 19/01/2016 11:56 #153828

  • FraLeo
  • Avatar di FraLeo
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Grazie amore,per avermi scelto.
  • Messaggi: 387
  • Ringraziamenti ricevuti 331
Ciao Mamma Omblau,
non ho parole, solo rabbia e dolore per tutto quello che hai dovuto passare e che stai passando...è una crudeltà! Ma perchè ci sono persone così incompetenti, stupide ed ignoranti??!!! è inaccettabile, che una mamma già sofferente stremata dal suo dolore di aver perso il figlio, debba anche subire questa violenza!!! Perchè per me è violenza psicologica e anche fisica!
Ti manda un forte abbraccio, e mando un bacino speciale ai tuoi piccoli angioletti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 19/01/2016 11:56 #153829

  • FraLeo
  • Avatar di FraLeo
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Grazie amore,per avermi scelto.
  • Messaggi: 387
  • Ringraziamenti ricevuti 331
Ciao Mamma Omblau,
non ho parole, solo rabbia e dolore per tutto quello che hai dovuto passare e che stai passando...è una crudeltà! Ma perchè ci sono persone così incompetenti, stupide ed ignoranti??!!! è inaccettabile, che una mamma già sofferente stremata dal suo dolore di aver perso il figlio, debba anche subire questa violenza!!! Perchè per me è violenza psicologica e anche fisica!
Ti mando un forte abbraccio, e mando un bacino speciale ai tuoi piccoli angioletti

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 19/01/2016 22:21 #153836

  • omblau
  • Avatar di omblau
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 65
  • Ringraziamenti ricevuti 69
Grazie Fraleo,
Per le tue parole e per la tua comprensione.
Purtroppo credo che per molti sanitari, noi mamme speciali e i nostri piccoli, siamo solo un numero negativo, che va a influire negativamente sui dati statistici dei loro reparti.
Ma noi siamo persone, esseri umani, così come i nostri figli mai nati o nati morti.
Un abbraccio

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 12/01/2019 00:23 #159789

  • ladymanu82
  • Avatar di ladymanu82
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 1
Noi siamo di Genova e per problemi di posizionamento della placenta il parto del mio Daniel è stato fatto negli spedali civili di Brescia. Devo dire che ho trovato tanta umanità da parte di tutte le infermiere . Quando è nato nonostante fosse di 18 settimane l’infermiera mi ha chiesto se volevamo vederlo ed abbiamo risposto di sì così ci è stato portato per mezz’ora. Ci hanno anche permesso di fargli una foto che conservo molto gelosamente . La conservo dentro il mio comodino insieme al test di gravidanza. Abbiamo acconsentito all’autopsia per sapere quali cause hanno portato alla morte è appena sarà finito tutto per prassi del regolamento della regione Lombardia avrà la sua tomba in una sezione del cimitero di Brescia dove vengono seppelliti tutti i bimbi indipendentemente dall’età gestazionale. Se fosse nato qui a Genova non avrei avuto questa possibilità .

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 13/01/2019 18:11 #159798

  • Rosytem85
  • Avatar di Rosytem85
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Come te anch'io conservo il test di gravidanza e la foto della mia bimba (nata morta a 34 settimane).

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Una tomba su cui piangere.... 17/09/2019 09:45 #160795

  • cristina.p
  • Avatar di cristina.p
  • Offline
  • Utente
  • Utente
  • Messaggi: 3
  • Ringraziamenti ricevuti 0
Mi provoca tristezza sapere che in così tanti ospedali non diano la possibilità di vedere il proprio figlio.
Io posso solo ringraziare le ostetriche che mi sono state vicine in quel momento. Io non volevo vedere il mio bimbo, forse per paura di non ritrovarlo come me lo ero immaginato, ero a 19 settimane. Poi però una dolcissima ostetrica mi ha detto più volte che era un bimbo bellissimo..e allora mi sono decisa...e aveva ragione, era il bimbo più bello che avessi mai visto, mio figlio, Federico.
Avevamo anche deciso di lasciarlo all'ospedale, ma dopo averlo visto abbiamo cambiato idea e gli abbiamo fatto una piccola sepoltura.
Sarò per sempre grata a quell'ostetrica così buona, se non fosse stato per lei non avrei mai avuto il coraggio di vedere Federico e ora sarei pentita per sempre.
Ci hanno anche dato delle sue fotografie e le impronte di manine e piedini che costodiamo gelosamente.

Si prega Accedi o Crea un account a partecipare alla conversazione.

Tempo creazione pagina: 0.568 secondi